Formazione senza barriere

Non è facile conciliare l’aggiornamento professionale con i propri impegni, soprattutto se si attraversa un’emergenza sanitaria e se mancano pochi mesi alla scadenza del ravvedimento operoso (30 giugno). Ecco il catalogo online, pensato per agevolare al massimo la tua formazione.

Come ogni architetto già ben sa, non è sempre facile conciliare l’aggiornamento professionale obbligatorio con gli impegni professionali e personali. Una difficoltà che se già si avverte nella vita di tutti i giorni, in questo periodo è ancora più evidente sia per l’emergenza sanitaria, sia per l’imminente scadenza del ravvedimento operoso (30 giugno 2020), entro il quale bisogna conseguire tutti i CFP del triennio 2017-2019.

Se anche tu ti riconosci in questa situazione, non hai niente da temere: per superare queste difficoltà infatti hai a disposizione il ricco catalogo della formazione online, all’interno del quale puoi trovare sia corsi di formazione a distanza (FAD), fruibili in qualsiasi momento dal proprio PC, sia appuntamenti in webinar da seguire online in diretta con l’evento in aula.

I temi che si affrontano sono estremamente eterogenei, proprio come gli interessi e le esigenze degli architetti. Se sei in cerca di ispirazione per i tuoi progetti e se senti il bisogno di estendere il tuo sguardo oltre confine stando comodamente a casa tua, ecco qualche utile suggerimento in tema di cultura e qualità della progettazione:

  • Il design: spazi e storie (4 CFP)
    Quattro ore per conoscere le possibili connessioni tra architettura e design, attraverso le parole dell’esperto di storia del design Ali Filippini, tra casi emblematici del ‘900 e scenari futuri.
  • Perché l’architettura contemporanea è così? A lezione con Luca Molinari (4 CFP)
    Critico, storico, docente e accanito divulgatore di architettura, Luca Molinari è tra le persone ideali alle quali chiedere “Perché l’architettura contemporanea è cosi?”. E la sua risposta trasforma il corso FAD in un viaggio nell’architettura contemporanea.
  • Perché l’architettura contemporanea è così? A lezione con Valerio Paolo Mosco (5 CFP)
    Il critico Valerio Paolo Mosco ripercorre le principali tendenze architettoniche che si sono susseguite dagli anni ’60 ai giorni nostri, da Louis Kahn a Frank Gehry e Daniel Libeskind, fino ad arrivare agli orientamenti più recenti e attenti alla sostenibilità ambientale.
  • La città come casa (6 CFP)
    Quattro dibattiti per indagare le relazioni che l’abitare instaura con la città mettendo a confronto architetti, critici, artisti ed esperti: Ila Bêka, Xavier Vendrell, Mariabruna Fabrizi, Fosco Lucarelli, Stefano Pujatti, Gaia Caramellino, Lorenzo Romito, cyop&kaf, Cristina Bianchetti e Stefano Ragazzo.
  • Sconfinamenti di architettura (8 CFP)
    Gli architetti Andreas Kipar di Land, Alfonso Femia di 5+1AA, Fabrizio Barozzi di EBV e Sandy Attia di MoDus riflettono sugli sconfinamenti naturali, geografici, culturali e formativi con Simona Galateo, Michela Murgia, Giovanna Amadasi e Armando Baietto.
  • I progetti di Anne Lacaton (2 CFP)
    La qualità dello spazio e il riuso intelligente dell’esistete attraverso il rimodellamento e il ridisegno delle architetture sono gli assi portanti della filosofia progettuale dello studio francese Lacaton & Vassal; ce ne parla la co-fondatrice Anne Lacaton.
  • I progetti di Harquitectes – Xavier Ros Majó (2 CFP)
    Il co-fondatore Xavier Ros Majó racconta i progetti del collettivo catalano Harquitectes, inconfondibili per la loro cura nel rapporto tra ambienti interni ed esterni, per il contrasto tra nuovi elementi e strutture preesistenti e il ricorso a soluzioni innovative in risposta alle esigenze dell’abitare.

Inoltre non possono mancare i corsi di inglese strutturati su livelli di conoscenza diversi, i corsi deontologici e i corsi più tecnici che approfondiscono le questioni professionali spaziando dagli eventi sismici ai bandi europei, dal BIM alle novità fiscali.