L’appuntamento annuale dedicato alla presentazione delle iniziative in programma, rivolto a cittadini, architetti, imprese, partner culturali e curiosi di ogni genere

La Fondazione per l’architettura / Torino si presenta una volta l’anno per raccontare a cittadini, architetti, imprese, partner culturali e curiosi di ogni genere le iniziative in programma per l’anno a venire. Un’occasione durante la quale viene distribuito un’edizione dedicata di TAO Magazine.

La programmazione per il 2020

Mercoledì 1° aprile 2020 ore 20.00
Museo Nazionale del Cinema, Aula del Tempio
Mole Antonelliana

Via Montebello 20, Torino

In seguito alle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria, l’evento è posticipato a data da destinarsi.

La sera di mercoledì 1° aprile la Mole Antonelliana si tingerà di un blu – o meglio, di un ciano – molto particolare: pantone 2925 C, ossia il colore della Fondazione per l’architettura / Torino. L’Aula del Tempio del Museo del Cinema, infatti, ospiterà una cena di raccolta fondi rivolta agli stakeholders della Fondazione e ai soggetti culturali e sociali operativi sul territorio.
Obiettivo della cena, la cui offerta partirà da 150 euro a partecipante, è quello di contribuire al finanziamento dei progetti sociali e culturali già avviati dalla Fondazione, a partire dal progetto di architettura partecipata a favore del reparto di Neonatologia Universitaria del Sant’Anna; l’iniziativa consentirà inoltre la pianificazione di nuove attività ideate dal nuovo Consiglio di Amministrazione, impegnato sin dal primo giorno nella creazione di contaminazioni tra mondo dell’architettura e mondo dell’imprenditoria privata. A unire le iniziative in corso e quelle ancora su carta, un unico filo rosso: la promozione dell’architettura di qualità come motore di trasformazione sociale e culturale.

Scarica l’invito

 

© Michele D'Ottavio
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova

La programmazione per il 2019

Progetti in azione
Giovedì 4 aprile 2019 ore 11.00-13.00

Circolo dei lettori
Via Bogino 9, Torino

L’evento è pensato per raccontare attraverso le parole del presidente Alessandro Cimenti e del direttore Eleonora Gerbotto le azioni concrete attraverso cui la Fondazione persegue la sua mission: contribuire al benessere sociale valorizzando il ruolo sociale degli architetti e promuovendo l’architettura come disciplina al servizio della qualità della vita.

Azioni che fanno tutte capo a tre linee guida:

  • Agire: la Fondazione gestisce procedure di qualità (progettazione partecipata, dibattito pubblico, concorsi, workshop di progettazione) per la trasformazione del territorio al fianco di amministrazioni pubbliche e operatori privati e sperimenta processi e progetti per fornire risposte innovative in campo sociale.
  • Divulgare: la Fondazione promuove un programma culturale per favorire l’accessibilità dei temi dell’architettura, del paesaggio e dell’ambiente, creando una committenza attiva, partecipe e competente.
  • Formare: la Fondazione cura un catalogo formativo di qualità per architetti, paesaggisti, conservatori e professionisti che gravitano intorno ai temi dell’architettura, del progetto e della trasformazione territoriale.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2018

Nuove sinergie
Lunedì 9 aprile 2018 ore 18.00-20.00
Scuola Holden
Piazza Borgo Dora 49, Torino

Dopo i saluti del presidente dell’Ordine degli Architetti Massimo Giuntoli, il presidente della Fondazione Alessandro Cimenti e il direttore Eleonora Gerbotto sono entrati nel merito del calendario di iniziative in programma per il 2018. La linea politica perseguita dalla Fondazione è stata invece approfondita da un testimone esterno: il consigliere del CNAPPC Marco Aimetti, che ha messo in luce gli obiettivi e le strategie condivisi anche a livello nazionale. Ospite della serata anche Stefano Mirti – torinese di mestiere progettista, insegnante, curatore, esperto di comunicazione e molto altro – invitato per dare voce a una best practice di valorizzazione dell’architettura; la mostra “999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo” a cavallo tra l’analogico e il digitale allestita alla Triennale di Milano.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2017

Venerdì 2 dicembre 2016 ore 18.00-21.00
Teatro Vittoria
Via Antonio Gramsci 4, Torino

Una serata dedicata alle attività curate, alle metodologie adottate e alle nuove opportunità di collaborazione della Fondazione, raccontate dal presidente Giorgio Giani e dal direttore Eleonora Gerbotto.
A presentazione conclusa va in scena “Architetti, istruzioni per l’uso. Dialoghi teatrali semiseri”, la performance teatrale prodotta dalla Fondazione e dall’Ordine degli Architetti di Torino per riflettere, tra qualche risata e grattata di capo, sul rapporto tra architetto e società.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2016

Giovedì 10 dicembre 2015 ore 17.00-19.00
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
Via Modane 16, Torino

La programmazione e le rinnovate opportunità di collaborazione non sono le uniche novità presentate dal presidente Giorgio Giani e dal direttore Eleonora Gerbotto; la Fondazione infatti si presenta sotto le nuove vesti, con un nuovo nome e una nuova identità visiva.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2015

La differenza tra dire e fare è progettare
Martedì 11 novembre 2014 ore 17.30-19.30
Museo Ettore Fico
Via Cigna 114, Torino

La Fondazione si apre a collaborazioni sul territorio; il presidente Giorgio Giani e il direttore Eleonora Gerbotto presentanole attività in programma. Special guest Adam Arvidsson, professore di sociologia della globalizzazione e dei nuovi media presso l’Università Statale di Milano e director di www.societing.org

Sfoglia il giornale