La presentazione delle iniziative in programma rivolte a cittadini, architetti, imprese e partner culturali, anno dopo anno

La programmazione per il 2022-2025

La Fondazione aderisce allo sforzo collettivo stimolato dalla Commissione europea e configura le linee strategiche per i prossimi quattro anni, dal 2022 al 2025. La Fondazione ha deciso di allineare le sue azioni e le sue progettualità, usando come paradigma di rifermento le tre dimensioni chiave del New European Bauhaus:

  • Sostenibilità: architettura circolare a basso impatto energetico;
  • Inclusione: accessibilità fisica, sociale ed economica allo spazio costruito;
  • Bellezza: l’estetica come qualità dell’esperienza oltre la funzionalità.

Le politiche da attuare localmente dovranno riflettere ciò che accade in campo europeo ed internazionale. La Fondazione intende infatti avviare un percorso di internazionalizzazione secondo due direzioni: una visione europea con una strategia locale e una strategia locale che raccoglie gli stimoli internazionali.

La Regione Piemonte supporta la Fondazione nella definizione della nuova strategia di approccio con l’Unione europea, mettendo a disposizione alcune sale presso la sede regionale di Bruxelles. Quest’importante occasione permetterà alla Fondazione di attivare un processo di apertura e di dialogo con le rappresentanze italiane a Bruxelles e di promuovere la cultura piemontese in Europa.

© Michele D'Ottavio
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Edoardo Piva
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova
© Jana Sebestova

La programmazione per il 2020

Sostenere il valore culturale e sociale dell’architettura, promuovere la qualità delle trasformazioni di città e territori, offrire opportunità di aggiornamento professionale: è la missione dei progetti della Fondazione, che coinvolgono esperti, cittadini, imprese e istituzioni. Grazie a una governance che valorizza e mescola competenze ed esperienze di architetti, imprenditori, docenti, manager pubblici ed esperti d’arte, la Fondazione per l’architettura / Torino facilita le relazioni interdisciplinari ed è un ponte tra il mondo della progettazione e il mondo della cultura. La Fondazione indaga bisogni sociali presenti e futuri, studia risposte innovative e attua azioni concrete sul territorio. Stimola il cambiamento e ricerca strumenti per affrontare le sfide del futuro con responsabilità e consapevolezza

Scarica la brochure

La programmazione per il 2019

Progetti in azione
Giovedì 4 aprile 2019 ore 11.00-13.00

Circolo dei lettori
Via Bogino 9, Torino

L’evento è pensato per raccontare attraverso le parole del presidente Alessandro Cimenti e del direttore Eleonora Gerbotto le azioni concrete attraverso cui la Fondazione persegue la sua mission: contribuire al benessere sociale valorizzando il ruolo sociale degli architetti e promuovendo l’architettura come disciplina al servizio della qualità della vita.

Azioni che fanno tutte capo a tre linee guida:

  • Agire: la Fondazione gestisce procedure di qualità (progettazione partecipata, dibattito pubblico, concorsi, workshop di progettazione) per la trasformazione del territorio al fianco di amministrazioni pubbliche e operatori privati e sperimenta processi e progetti per fornire risposte innovative in campo sociale.
  • Divulgare: la Fondazione promuove un programma culturale per favorire l’accessibilità dei temi dell’architettura, del paesaggio e dell’ambiente, creando una committenza attiva, partecipe e competente.
  • Formare: la Fondazione cura un catalogo formativo di qualità per architetti, paesaggisti, conservatori e professionisti che gravitano intorno ai temi dell’architettura, del progetto e della trasformazione territoriale.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2018

Nuove sinergie
Lunedì 9 aprile 2018 ore 18.00-20.00
Scuola Holden
Piazza Borgo Dora 49, Torino

Dopo i saluti del presidente dell’Ordine degli Architetti Massimo Giuntoli, il presidente della Fondazione Alessandro Cimenti e il direttore Eleonora Gerbotto sono entrati nel merito del calendario di iniziative in programma per il 2018. La linea politica perseguita dalla Fondazione è stata invece approfondita da un testimone esterno: il consigliere del CNAPPC Marco Aimetti, che ha messo in luce gli obiettivi e le strategie condivisi anche a livello nazionale. Ospite della serata anche Stefano Mirti – torinese di mestiere progettista, insegnante, curatore, esperto di comunicazione e molto altro – invitato per dare voce a una best practice di valorizzazione dell’architettura; la mostra “999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo” a cavallo tra l’analogico e il digitale allestita alla Triennale di Milano.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2017

Venerdì 2 dicembre 2016 ore 18.00-21.00
Teatro Vittoria
Via Antonio Gramsci 4, Torino

Una serata dedicata alle attività curate, alle metodologie adottate e alle nuove opportunità di collaborazione della Fondazione, raccontate dal presidente Giorgio Giani e dal direttore Eleonora Gerbotto.
A presentazione conclusa va in scena “Architetti, istruzioni per l’uso. Dialoghi teatrali semiseri”, la performance teatrale prodotta dalla Fondazione e dall’Ordine degli Architetti di Torino per riflettere, tra qualche risata e grattata di capo, sul rapporto tra architetto e società.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2016

Giovedì 10 dicembre 2015 ore 17.00-19.00
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
Via Modane 16, Torino

La programmazione e le rinnovate opportunità di collaborazione non sono le uniche novità presentate dal presidente Giorgio Giani e dal direttore Eleonora Gerbotto; la Fondazione infatti si presenta sotto le nuove vesti, con un nuovo nome e una nuova identità visiva.

Sfoglia il giornale

La programmazione per il 2015

La differenza tra dire e fare è progettare
Martedì 11 novembre 2014 ore 17.30-19.30
Museo Ettore Fico
Via Cigna 114, Torino

La Fondazione si apre a collaborazioni sul territorio; il presidente Giorgio Giani e il direttore Eleonora Gerbotto presentanole attività in programma. Special guest Adam Arvidsson, professore di sociologia della globalizzazione e dei nuovi media presso l’Università Statale di Milano e director di www.societing.org

Sfoglia il giornale