Un progetto di successo

Coinvolgimento della comunità, percorsi educativi e progettazione partecipata hanno reso la Pragranda di San Mauro appetibile anche per i finanziamenti del Bando Periferie.

Se c’è un progetto, spesso si trovano anche le risorse per realizzarlo. E l’esperienza del parco della Pragranda di San Mauro ne è un esempio perfetto: qui l’Amministrazione ha iniziato a intervenire già nel 2013 con percorsi di progettazione partecipata e ora l’area è inserita nel Bando Periferie.

La Pragranda è un quartiere all’interno del quale trova spazio un’area verde di proprietà pubblica di 65mila metri quadri che non ha ancora un utilizzo prestabilito. Dal 2013 la Fondazione collabora con il Comune di San Mauro e altre realtà associative per coinvolgere le scuole e la cittadinanza del quartiere nella definizione dell’identità e delle funzioni del parco.

Nel 2016, con la conclusione del progetto Giardino Pragranda: un community garden per San Mauro, si sono ottenuti due importanti risultati: la realizzazione di un “masterplan” che sintetizza una proposta di trasformazione fisica dell’area e la definizione di un “patto di collaborazione” tra cittadini e Amministrazione locale per definire azioni ed iniziative che aumentino la capacità dell’area Pragranda di attrarre attenzione, curiosità, creatività e flussi di persone.

Attualmente sono in corso altri tre progetti: Tutti insieme alla Pragranda che si concluderà a dicembre 2017 e per il quale la Fondazione ha curato attraverso l’architetto tutor Maria Bucci un ciclo di laboratori con i ragazzi, Dai, piantala qui Pragranda social hub che sono stati recentemente finanziati dalla Compagnia di San Paolo.

Dai, piantala qui si ripropone di realizzare la piantumazione di una porzione dell’area con il coinvolgimento della comunità, creando così un community garden e mettendo in pratica il “patto di collaborazione”. Questo progetto, promosso dalla Città di San Mauro, grazie al contributo degli architetti che operano all’interno dell’Amministrazione Marcello Comollo, Marina Fochi e Luca Ghiringhelli, in collaborazione con la Fondazione, la Cooperativa Il Punto e Slow Food Italia, avrà un primo momento pubblico e di coinvolgimento il 22 settembre dal titolo “Pragranda in gioco”, una giornata dedicata a giochi, sport e spettacoli sull’area oggetto del progetto. Pragranda social hub, presentato dal Comune di San Mauro con l’adesione di Microcity, Cooperativa Il Punto, Istituto Comprensivo II di San Mauro, Associazione Commercianti Oltrepo e Arci Solaris, mira invece alla costituzione di un “hub sociale”, nel quale sviluppare iniziative e servizi di sostegno da parte del vicinato come aiuto nel fare la spesa per chi non si muove in autonomia, assistenza compiti, mercatini dell’usato e baby sitting.

Tutte queste attività hanno posto le basi per la definizione di un progetto preliminare relativo ad una porzione dell’area di 13mila metri quadri che è stato candidato dal Comune attraverso la Città Metropolitana al Bando Periferie. Sono ancora da definire i tempi e le modalità di finanziamento per la realizzazione delle opere, ma un primo obiettivo è già stato raggiunto: gli interventi sulla Pragranda sono stati inseriti nella lista dei progetti ammissibili a finanziamento.