I vincitori di Caluso

Saranno premiati il 16 settembre i vincitori del concorso bandito dal Comune di Caluso insieme alla Fondazione; nel frattempo vi sveliamo i loro nomi.

Sono 5 i progetti selezionati tra i 32 pervenuti per il concorso internazionale di progettazione a due fasi Il Convento dei Frati francescani minori a Caluso la porta alle vie della città e alle terre dell’Erbaluce, bandito lo scorso gennaio dal Comune insieme alla Fondazione per l’architettura / Torino, che ne ha curato la programmazione.

I vincitori del concorso, voluto per riqualificare l’antico convento risalente al XVII secolo e per valorizzare i beni paesaggistici che vanta questo comune del Canavese, saranno premiati ufficialmente a Caluso il 16 settembre alle 17.00 presso il Chiostro dei Frati Francescani Minori di Caluso, in piazza Mazzini, nella cornice della Festa dell’Uva Erbaluce.

Nell’attesa, ecco i nomi dei progettisti che saranno invitati a salire sul podio, selezionati dalla giuria composta dal Lisa Accurti, Ferruccio Favaron, Ezio Ivaldi, Adriano Sozza e Tiziano Passera:

  • 1° classificato: progetto di Francesco Vaj, Luca Fabbian e Gianfranco Vinardi (premio: € 13.000);
  • 2° classificato: progetto di Omar Brotto, Danilo Brotto, Roberta Lingua e Cristina Scarpetta (premio: € 5.000);
  • 3° classificato: progetto di Francesco Bermond Des Ambrois, Alberto Daviso Di Charvensod, Luca Fornero, Andrea Lorenzon, Christian Villa, Francesca Albera, Simone Ghibaudo, Pietro Meneghello, Michela Pellegrini e Cristiano Tosco (premio: € 2.000);
  • 4° classificato: progetto di Giorgio Beltramo, Martina Abellonio, Carlotta Beltramo, Fabio Florio e Roberta Osano (premio: € 1.500);
  • 5° classificato: progetto di Marco Rao, Stefano Rao e Matteo Ponsetti (premio: € 1.500).

(In attesa delle verifiche amministrative da parte del RUP del Comune di Caluso, la classifica è da ritenersi provvisoria).

Vai alla pagina dedicata al concorso di Caluso.

© F. Vaj, L. Fabbian, G. Vinardi. Progetto 1° classificato
© F. Vaj, L. Fabbian, G. Vinardi. Progetto 1° classificato
© F. Vaj, L. Fabbian, G. Vinardi. Progetto 1° classificato
© F. Vaj, L. Fabbian, G. Vinardi. Progetto 1° classificato