Non solo parole | Fondazione per l'architettura / Torino

Non solo parole

Il trinomio forma, luce e colore e gli allestimenti scenici sono i protagonisti dei due corsi del 6 e 7 luglio. Due occasioni per indagare due particolari ambiti della progettazione attraverso le parole e la visita a due casi concreti: la Scuola Holden e i laboratori del Teatro Regio.

Si terranno venerdì 6 e sabato 7 luglio i due corsi del ciclo Lez-Go, due occasioni per essere accompagnati per un’intera giornata alla scoperta di particolari ambiti della progettazione alternando nozioni più teoriche a visite a casi studio concreti; una soluzione che permette di acquisire in modo utile, rapido e divertente crediti formativi per l’assolvimento dell’obbligo.

Se il format vi incuriosisce, anche i temi non vi deluderanno:

  • Venerdì 6 luglio si indagherà il trinomio Forma, luce e colore (8 CFP), i tre elementi che ogni progettista deve saper orchestrare a menadito affinché l’ambiente architettonico possa contribuire al benessere di chi lo vive.
    L’edificio che farà da modello è la Scuola Holden di piazza Borgo Dora, l’ex arsenale militare che dal 2013 ospita la scuola di scrittura e storytelling torinese che ben si presta a dimostrare quali possano essere gli effetti psico-fisici esercitati da un buon progetto.
    Gianni Cagnazzo, architetto libero professionista, farà da cicerone durante la visita del mattino, mentre nella seconda parte della giornata approfondirà le questioni più teoriche come gli standard qualitativi di IEQ Indoor Environment Quality.
    Vai al corso Forma, luce e colore.
  • Teatro e architettura (8 CFP) è il titolo del corso in programma sabato 7 luglio, una giornata in cui l’allestimento scenico da cornice passerà ad essere protagonista della scena; durante le 8 ore in programma si analizzerà la complessa macchina di progettazione e realizzazione che precede ogni messa in scena, dalle tecniche costruttive fino ad arrivare alle tecniche pittoriche e scultoree degli elementi scenografici. Dopo una mattutina infarinatura teorica, l’architetto Valentina Donato e la scenografa Claudia Boasso, responsabile del settore realizzazione allestimento del Teatro Regio, guideranno i partecipanti nei luoghi in cui prendono vita gli allestimenti del Regio: il laboratorio di strada Settimo 441 a Torino.
    Vai al corso Teatro e architettura.

Ogni corso prevede il riconoscimento di 8 crediti formativi per architetti e le iscrizioni scadono il 25 giugno: