L’umanizzazione degli ospedali passa anche dal disegno degli interni. Lo dimostra il Spazi neonati,
il workshop applicato agli ambienti del reparto di Neonatologia Universitaria del Sant’Anna.

Promosso con la onlus DEAR – Design Around, il reparto di Neonatologia Universitaria Ospedale Sant’Anna di Torino, l’associazione Piccoli Passi Onlus, la Fondazione Medicina a Misura di Donna Onlus e NextAtlas, il workshop di progettazione Spazi neonati si propone di adottare
l’interior disegn in risposta alla necessità di umanizzazione degli ambienti ospedalieri.
L’iniziativa su basa sul presupposto che l’interior design non si debba occupare solo di “abbellire” gli spazi ma, al contrario, debba mettere in gioco il ruolo sociale dell’architetto perché definisce soluzioni capaci di migliorare la qualità della vita. E la questione è ancora più evidente quando si parla di luoghi che frequentiamo in momenti delicati della nostra vita, come appunto gli ospedali.
L’iniziativa propone quindi un workshop di progettazione (realizzato durante il secondo semestre del 2018), sfidando i partecipanti a ridisegnare alcuni spazi dedicati ai genitori dei neonati ricoverati nel reparto di Neonatologia Universitaria dell’ospedale Sant’Anna.
Illuminazione, colori e comfort acustico sono alcuni dei tasselli su cui lavorare per migliorare la qualità dell’esperienza; agli autori del progetto giudicato vincente dalla giuria, il compito di concretizzare la trasformazione.
Nel frattempo, i partner dell’iniziativa sono al lavoro per la raccolta dei fondi necessari alla realizzazione del progetto.

Leggi l’intervista al direttore di Neonatologia del Sant’Anna Enrico Bertino

Il workshop

Il percorso formativo inizia giovedì 12 luglio 2018 al Sant’Anna con un primo incontro preliminare. Partendo dalle sollecitazioni presentate dalla piattaforma di data intelligence NextAtlas, obiettivo della mattinata sarà far emergere le necessità di chi frequenta quotidianamente l’ambiente ospedaliero. A pausa estiva terminata, martedì 18 settembre si entra nel vivo del workshop con un incontro introduttivo di 2 ore (17.00-19.00, sede Ordine Architetti Torino) per presentare gli spazi del reparto oggetto del workshop, i materiali a disposizione e gli architetti tutor degli studi UNDUO e CIVICO13 Architetti Associati, due studi esperti in interior design. I partecipanti si dividono quindi in gruppo e si concorderanno i sopralluoghi nel reparto.

La progettazione vera e propria si concentra durante gli incontri di venerdì 21 settembre e sabato 22 settembre, 12 ore durante le quali i partecipanti possono lavorare insieme agli architetti tutor. L’incontro di venerdì 5 ottobre, è dedicato alla presentazione delle proposte progettuali dei rispettivi gruppi a partecipanti e stakeholder.

Gli esiti

Lunedì 22 ottobre 2018 all’Ospedale Sant’Anna si svelano gli esiti del workshop Spazi Neonati che ha impegnato 24 èrogettisti. Ecco i nomi delle proposte e le rispettive formazioni:

  • TIN Ti Narro – Ti Nutro, di Simona Covello, Ivonne Escarleth Estrada Leva, Stefania Maria Eusebietti, Gianmarco Mottura, Barbara Pietrantoni Penna e Francesco Zannier
  • Emotion, di Sabrina Anselmo, Mariagrazia Cantanna, Arianna Comotto, Valeria Gadaleta, Fabrizio Pellegrino e Giulia Volontè
  • Tìn, di Paola Ferraris, Pietro Galizia, Marina Macera, Cosimo Razeto, Giuseppe Tarasco ed Elena Ursone
  • Bozzolo (concept vincitore), di Silvia Battistini, Gianni Cagnazzo, Anali Cantoral Ripas, Grazia Giulia Cocina, Monica Taverniti e Irene Vignati
  • Ed è quest’ultima la proposta selezionata dalla giuria; la proclamazione è stata l’apice di una mattinata ricca di emozioni riflessioni, scandita dalla descrizione dettagliata dei progetti e da una stimolante riflessione sul tema dell’umanizzazione dei luoghi di cura.