Inedite mappe dei quartieri torinesi disegnati dagli studenti delle scuole ci svelano come i ragazzi percepiscano la città. Architettura e scrittura le chiavi di lettura adottate.

L’iniziativa si propone di scoprire come i ragazzi percepiscano e vivano gli spazi urbani, lavorando su aree specifiche. Gli studenti delle scuole coinvolte vengono incaricati di preparare un’inedita mappa del quartiere.

Un arduo compito che però non dovranno portare a termine da soli: lungo tutto il progetto infatti gli alunni vengono affiancati da architetti e scrittori, adottando l’architettura e la scrittura come una doppia chiave di lettura degli spazi urbani.

Edizione 2019: Grand Tour Lab Borgo Campidoglio

Sono gli studenti della della 2^ M della scuola secondaria di I grado Costantino Nigra i ragazzi coinvolti nella seconda edizione del progetto, incaricati di preparare la mappa di Borgo Campidoglio.

Ad affiancare i ragazzi lungo il percorso l’architetto Maria Bucci per la Fondazione e lo scrittore Pino Pace. Tra i 20 i luoghi di riferimento individuati dai ragazzi. Tra questi, non possono mancare gli spazi di aggregazione come piazza Risorgimento, i Giardini del Santus (all’anagrafe Giardino Dispersi sul Fronte Russo 1941-1943) il campetto e il mercato di corso Svizzera, il Museo di Arte Urbana e le opere che gli orbitano attorno e le chiese di Sant’Anna e di Sant’Alfonso.

Il progetto è stato presentato dai ragazzi sabato 18 maggio nella cornice del Salone del Libro OFF. Ad ascoltarli e dialogare con loro insegnanti e genitori, ma anche il presidente della Fondazione Alessandro Cimenti, l’assessore alla cultura Francesca Paola Leon, il presidente della Circoscrizione 4 Claudio Cerrato e il direttore dell’Associazione AbbonamentoMusei.it Simona Ricci.

Grand Tour Lab 2019 è un’iniziativa a cura della Città di Torino (divisione servizi culturali e amministrativi, area cultura, servizio arti visive cinema teatro musica), Circoscrizione 4,Associazione AbbonamentoMusei.it, Fondazione per l’architettura / Torino, Urban Center Metropolitano e Associazione Babelica, in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi.

© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Maria Bucci
© Tatjana Giorcelli
© Tatjana Giorcelli
© Tatjana Giorcelli
© Tatjana Giorcelli

Edizione 2018: Gran Tour Lab Aurora

I primi protagonisti del progetto sono gli studenti della scuola Morelli, incaricati di preparare un’inedita mappa del quartiere Aurora adottando una duplice chiave di lettura: architettura e scrittura.

Lungo tutto il progetto infatti gli alunni saranno affiancati dagli architetti Maria Bucci e Giulietta Fassino e da Marco Magnone, autore di romanzi per ragazzi e di guide non convenzionali, adottando così architettura e scrittura come una doppia chiave di lettura degli spazi urbani.

Sono i Giardini Reali, il Sermig, il Cecchi Point, i giardini di via Cecchi, il Centro Commerciale SNOS, la Biblioteca Italo Calvino e il Parco Dora le sette aree più rappresentative agli occhi degli adolescenti, elette a tappe del tour.

Il progetto è stato presentato:

  • giovedì 3 maggio 2018 ore 10.30, Sala Consiglio della Circoscrizione 7, corso Vercelli 15, Torino;
  • giovedì 10 maggio 2018 ore 15.30, Salone del Libro, Spazio Boockstock Village, Lingotto Fiere, Torino;
  • sabato 26 maggio 2018 ore 10.00, tour con ritrovo è presso il Rondò Rivella dei Giardini Reali bassi, all’angolo con corso San Maurizio. Ultima tappa: Biblioteca Calvino, in presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Torino Francesca Leon.

L’edizione 2018 è stata avviata con Città di Torino, Associazione Abbonamento Musei.it, Urban Center Metropolitano di Torino e con lo scrittore Marco Magnone e la Biblioteca Italo Calvino.

© La mappa di Gran Tour Aurora