Progettazione consapevole

Codice corso

1982

Numero crediti

12

Data inizio

03/12/18

Dove

Sede OAT

Scadenza iscrizioni

15/11/18

Discipline note e aliene per la progettazione di spazio costruito vivibile e non solo fotografabile

La conoscenza dei profondi significati dello spazio, della forma, della misura, della luce, del colore e di molti altri parametri è fondamentale per la loro gestione e la corretta progettazione dello spazio architettonico, qualunque sia la destinazione funzionale. La presa di coscienza personale e la consapevolezza degli effetti che i progetti esercitano negli individui possono determinare evoluzione nella propria vita professionale e nell’attività di progettazione.
Il corso si configura come un percorso teorico e pratico: l’obiettivo principale è l’implementazione della preparazione professionale al progetto della vivibilità e della qualità dell’ambiente interno, declinato nelle varie destinazioni. Il tutto attraverso l’esplorazione di discipline consuete e inconsuete, ossia non facenti abitualmente parte della formazione accademica.

Programma

Sede Ordine Architetti Torino
Via Giovanni Giolitti 1, Torino

Lunedì 3 dicembre 2018 ore 13.30-17.30

Qualità e criticità dell’ambiente interno: dati emergenti. Sistema integrato multidisciplinare di progettazione
Discipline oggetto costruito e discipline soggetto utente. Forma e architettura nella natura, archetipi di progetto
Introduzione alla percezione ambientale. Sinestesia percettiva. Il binomio forma_luce. Light design, comfort e compiti visivi. La progettazione delle ombre. Spazio e misura: ergonomia e cinesica. Etologia e prossemica
Gianni Cagnazzo, architetto, libero professionista

Qualità acustica e panorami sonori
Michele Darò, architetto, libero professionista

 

Lunedì 10 dicembre 2018 ore 13.30-17.30

Gestalt e psicologia dell’abitare. Uso delle Post occupancy evaluation in architettura
Casi studio e sistema di valutazione di IEQ
Origine del colore nella storia: elementi di antropologia. Il colore: parametri propedeutici all’uso del colore
Elementi di fisica e fisiologia del colore. Profilo di polarità e impiego nel progetto. Sistemi di notazione cromatica. NCS Natural Colour System
Gianni Cagnazzo, architetto, libero professionista

Neuroscienze, correlazione tra essere umano e spazio abitato
Maria Grazia Turri, docente Università degli Studi di Torino

 

Lunedì 17 dicembre 2018 ore 13.30-17.30

Metodologie di intervento cromatico. La psicologia del colore. I contrasti cromatici. Afterimage effetto Chevreul. Test di percezione del colore. Casi studio. Test dei colori
Gianni Cagnazzo, architetto, libero professionista

Il colore nella città
Germano Tagliasacchi, architetto, libero professionista

Quota di iscrizione

Iscritti OAT: € 180,00 + iva = € 219,60
Altri partecipanti: € 215,00 + iva = € 262,30

Le aziende e gli enti che iscrivono allo stesso corso più di 3 dipendenti possono usufruire di uno sconto del 10% sul costo imponibile della quota. Per gruppi con più di 5 dipendenti lo sconto è del 20%. Per informazioni scrivici via mail.

Scadenza iscrizioni: 15/11/18

Modalità di iscrizione

Procedura on-line con pagamento a mezzo carta di credito o bonifico bancario in via differita.
Accesso dal bottone “iscriviti”.

Le Pubbliche Amministrazioni, se esenti iva, potranno procedere al pagamento dell’importo al netto iva a mezzo bonifico; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, all’atto di iscrizione scegliere comunque la modalità pagamento “a mezzo bonifico”. La procedura inoltrerà via email un documento contenente le istruzioni per inoltrare la copia del bonifico. In sostituzione di tale documento allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’ente.

Riconoscimento

Attestato per frequenza minima obbligatoria del 80% del monte ore complessivo. 12 CFP per gli architetti.

Durata e sede

12 ore
Sede Ordine Architetti Torino
Via Giovanni Giolitti 1, Torino

Accessibilità

Aperto a tutti. CFP solo per architetti

Attivazione/Rinunce

In caso di mancata attivazione del seminario o in seguito a rinuncia comunicata via mail entro la scadenza originaria del seminario, la quota versata verrà rimborsata.

Referenza scientifica

Gianni Cagnazzo, architetto