I lavori in copertura e le linee vita

Codice corso

2087

CFP

12

Data inizio

23/03/20

Dove

Sede OAT

Scadenza iscrizioni

03/03/20

Normativa, progettazione, giurisprudenza, controlli

Il regolamento regionale DPGR 23 maggio 2016, n. 6/R – Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura – stabilisce le specifiche misure di sicurezza e le misure preventive e protettive da predisporsi nella progettazione e realizzazione degli interventi, sia privati sia pubblici, che riguardano coperture con falda inclinata o piana. La finalità è consentire l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza nella successiva fase di manutenzione della copertura stessa o di eventuali impianti tecnologici su di essa insistenti.

Il corso intende fornire al professionista tutti gli elementi necessari per poter controllare l’intero processo progettuale e di cantierizzazione, informando nel modo corretto il committente e delineando compiti e responsabilità dei soggetti coinvolti nel processo di progettazione, costruzione e manutenzione.
Attraverso esempi pratici e contributi tecnici eterogenei, si offrirà una panoramica sulla gestione dei casi particolari di progettazione, sulla gestione delle verifiche ispettive e sulla giurisprudenza di settore; tutti elementi utili per contestualizzare la propria prestazione professionale.

Il corso è valido come aggiornamento per i coordinatori della sicurezza in cantiere (CSE/CSP) ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e dell’Accordo Stato-Regioni del 07/07/2016.
Ricordiamo che la partecipazione a corsi di aggiornamento per CSE/CSP è da ritenersi valida anche ai fini dell’aggiornamento per RSPP.

Programma

Sede Ordine Architetti Torino
Via Giovanni Giolitti 1, Torino

Lunedì 23 marzo 2020 

  • ore 13.30-15.30 Il regolamento 23 maggio 2016, n. 6/R – Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura. Genesi del provvedimento ed inquadramento normativo nazionale; Istruzioni tecniche e campi di applicazione in caso di opere pubbliche o di opere private; Adempimenti: fasi di previsione e verifica in relazione ai campi di applicazione; Buone pratiche
    Marianna Matta, ingegnere, Settore Tecnico Opere Pubbliche, Regione Piemonte
  • ore 15.30-17.30 Obblighi e responsabilità del Committente; Elenco dei casi in cui deve essere predisposto un sistema di anticaduta; Documenti richiesti durante la presentazione di una pratica su copertura; Documenti necessari da richiedere con il sistema linea vita; Documenti richiesti durante la presentazione di una pratica su copertura; Esempi progettuali
    Giorgio Giorgis, architetto, libero professionista

Lunedì 30 marzo 2020 ore 13.30-17.30

  • ore 13.30-15.30 Presentazione di esempi di sistemi anticaduta presenti sul mercato – approfondimento tecnico
    Federico Lini, FT SpA, azienda specializzata produttrice di sistemi di ancoraggio
  • ore 15.30-17.30 I diversi casi in cui si applica la norma della linea vita e la norma UNI sugli ancoraggi (tipologia di fabbricato e/o di copertura); Casi particolari (esempio di casi difformi ai cataloghi standard e procedure di collaudo); Metodologia e requisiti previsti dalla normativa tecnica in funzione della tipologia di linea vita o punto di ancoraggio; Sollecitazioni meccaniche sulla linea vita, sui punti di ancoraggio, sui tasselli o dispositivi di fissaggio; Tipologia di Verifiche/Collaudo: prova sui paletti, cavo in acciaio e connettori, tasselli e ganci unidirezionali e multidirezionali; Esempi pratici di progettazione e cantierizzazione; Tendenze di mercato
    Giorgio Giorgis, architetto, libero professionista

Lunedì 6 aprile 2020

  • ore 13.30-15.30 Vademecum per i professionisti: struttura delle verifiche ispettive e gestione dei controlli. Descrizione delle verifiche ispettive sia in fase di cantiere sia nell’ambito del programma di manutenzione dei sistemi anticaduta; Documentazione progettuale e di cantiere da tenere a disposizione in fase di verifica
    Walter Lazzarotto, tecnico della prevenzione presso ASL (NO) Novara – SPRESAL
  • ore 15.30-17.30 Giurisprudenza e tutele per il professionista in caso di procedimento giudiziario
    Antonio Verrando, avvocato, libero professionista

Quota di iscrizione

€ 192,00 esente iva (art. 10 DPR 633/1972)

Le aziende e gli enti che iscrivono allo stesso corso più di 3 dipendenti possono usufruire di uno sconto del 10% sul costo imponibile della quota. Per gruppi con più di 5 dipendenti lo sconto è del 20%. Per informazioni scrivici via mail.

Scadenza iscrizioni: 03/03/20

Modalità di iscrizione

Procedura on-line con pagamento a mezzo carta di credito o bonifico bancario in via differita.
Accesso dal bottone “iscriviti”.

Le Pubbliche Amministrazioni, se esenti iva, potranno procedere al pagamento dell’importo al netto iva a mezzo bonifico; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, all’atto di iscrizione scegliere comunque la modalità pagamento “a mezzo bonifico”. La procedura inoltrerà via email un documento contenente le istruzioni per inoltrare la copia del bonifico. In sostituzione di tale documento allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’ente.

Riconoscimento

12 CFP per architetti (ingegneri in accreditamento)
Frequenza minima obbligatoria per l’attestato:
– 80% per architetti
– 90% per ingegneri

Per l’attestazione valevole ai fini dell’aggiornamento sicurezza D.Lgs. 81/08 occorre la presenza del 100% (12 ore di aggiornamento).

Durata e sede

12 ore
Sede Ordine Architetti Torino
Via Giovanni Giolitti 1, Torino

Accessibilità

Aperto a tutti. CFP per architetti (ingegneri in accreditamento)

Attivazione/Rinunce

In caso di mancata attivazione dell’evento formativo o in seguito a rinuncia comunicata via mail entro la scadenza originaria, la quota versata verrà rimborsata

Referenza scientifica

Francesco Brayda, architetto, commissione formazione OAT