Intervenire sul costruito. Riconoscere i valori nel progetto di trasformazione

Codice corso

1789

CFP

12

Inizio

12/06/17

Dove

Ordine Architetti Torino, via Giolitti 1, Torino

Scadenza iscrizioni

09/06/17

Il corso affronta il tema del recupero del patrimonio architettonico del Novecento, con interventi teorico-disciplinari e analisi di casi studio e di processi che ne hanno governato la trasformazione. Docenti e architetti progettisti rifletteranno sul concetto di trasformazione e su come la conoscenza e lo studio approfondito del manufatto architettonico possano far emergere alcuni valori propri dell’architettura costruita. Valori non sempre evidenti, come i caratteri stilistici o distributivi, ma spesso da ricercare, come il significato di certe spazialità e del loro uso.

I casi studio saranno orientati a dimostrare come la qualità possa nascere anche da contrapposizioni, da trasgressioni consapevoli, dal superare e saper guardare oltre le consuetudini, oltre il mestiere, opponendo criticamente soluzioni anche scomode. Accrescere la conoscenza dell’edificio e riconoscerne in questo valori specifici rafforza la legittimità delle soluzioni puntuali e consolida la figura del progettista come interlocutore privilegiato, rafforzandone l’autorevolezza nello sviluppo degli indirizzi e nell’interpretazione dei programmi funzionali.

Nella condizione presente di risorse ridotte e di crisi degli equilibri dei grandi numeri, più che in altri momenti della storia, questi temi possono guidare i processi decisionali, anche nel rispondere a richieste di maggiore sostenibilità degli interventi.

Programma

Calendario aggiornato

Lunedì 12 giugno 2017 ore 13.30 -17.30
Caratteri permanenti dell’architettura, letture critiche sul patrimonio del ‘900, casi studio.
Prof. Sergio Pace, docente di Storia dell’Architettura al Politecnico di Torino
Prof. Carlo Olmo, docente emerito al Politecnico di Torino

Giovedì 22 giugno 2017 ore 13.30 -17.30
Semantiche a confronto: il progetto dialoga con i segni del passato.
Presentazione del progetto e a seguire visita al museo Egizio.
Prof. Aimaro Isola, arch. Flavio Bruna – Isolarchitetti

Giovedì 29 giugno 2017 ore 13.30 -17.30
Tecniche e materiali: sostenibilità dell’intervento fra innovazione e tradizione
Il recupero di Casa Gramsci, riflessioni sul progetto e visita dell’edificio con l’arch. Federico De Giuli, progettista

Quota di iscrizione

Iscritti OAT e Amici Fondazione (scopri chi sono): € 180 + IVA = € 219.60

Altri partecipanti: € 215 + IVA = € 262.30

La SCADENZA delle ISCRIZIONI del 19/05/17 è prorogata al 09/06/17

Modalità di iscrizione

Procedura on-line con pagamento a mezzo carta di credito o bonifico bancario in via differita.
Accesso dal bottone “iscriviti”.

Le Pubbliche Amministrazioni, se esenti IVA, potranno procedere al pagamento dell’importo al netto IVA a mezzo bonifico; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, all’atto di iscrizione scegliere comunque la modalità pagamento “a mezzo bonifico”. La procedura inoltrerà via email un documento contenente le istruzioni per inoltrare la copia del bonifico. In sostituzione di tale documento allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’ente.

Riconoscimento

Attestato per frequenza minima obbligatoria dell’80% del monte ore complessivo. 12 CFP per gli architetti.

Durata e sede

12 ore
Sede OAT
Via Giolitti 1, Torino

Accessibilità

Aperto a tutti. CFP solo per architetti

Referenza scientifica

Armando Baietto, consigliere Fondazione per l’Architettura Torino

Attivazione/Rinunce

In caso di mancata attivazione del corso o in seguito a rinuncia comunicata in forma scritta entro la scadenza originaria del corso, la quota versata verrà rimborsata.