Elementi di facility management

Codice corso

1987

CFP

16

Data inizio

27/11/18

Dove

Sede OAT

Scadenza iscrizioni

25/11/18

La gestione del costruito nell’intero ciclo di vita

Il facility management viene spesso confuso con l’esternalizzazione (outsourcing). L’equivoco nasce dal fatto che per le attività estranee al core business si possa scegliere l’esternalizzazione anziché una gestione diretta e “interna”. Oggi per facility management si intende principalmente tutto ciò che afferisce alla gestione di edifici unitamente ai loro impianti e servizi connessi.
Il corso intende definire cos’è operativamente il facility management e quali le competenze che deve possedere un facility manager per progettare e gestire l’attività organizzativa che controlla tutte le attività che non riguardano il core business di una realtà produttiva: produttività d’ufficio, utilities, sicurezza, manutenzione degli asset, strategie di mantenimento e miglioramento in termini di efficacia e costi.
La complessa operazione, che ha come obiettivo finale la redazione del “piano di manutenzione”, si articola attraverso la programmazione degli interventi in funzione delle prestazioni attese e delle eventuali interferenze, l’organizzazione delle risorse necessarie, la terziarizzazione delle attività e il controllo del budget assegnato alle commesse.
Il corso di propone di fornire strumenti di analisi delle criticità e di problem solving operativo, analizzando esempi e best practice e favorendo il confronto professionale tra i partecipanti.

Programma

Sede Ordine Architetti Torino
Via Giovanni Giolitti 1, Torino

Martedì 27 novembre 2018 ore 13.30-17.30
Life cycle oriented e la figura del Facility manager nella conservazione del patrimonio civile

  • Cos’è il Facility Management
  • Lifecycle oriented: costi e impatti del bene lungo il suo ciclo di vita
  • Politiche e criteri di progettazione della manutenzione
  • Il Facility manager: skill e competenze

Irene Caffaratti, architetto, libero professionista

 

Martedì 4 dicembre 2018, ore 13.30-17.30
Manutenzione integrata: gestione del risk based maintenance e terziarizzazione del servizio

  • La manutenzione come garanzia della sicurezza
  • Valutazione e gestione del rischio: RCA, RAMS e HaZOp
  • Concetti base di politiche di manutenzione
  • Principi base del Problem Solving
  • Il Facility Management: outsourcing e Global -Service

Irene Caffaratti, architetto, libero professionista
Francesco Gittarelli, ingegnere, esperto certificato in ingegneria di manutenzione

 

Martedì 11 dicembre 2018, ore 13.30-17.30
Progettazione ecosostenibile e manutenzione 4.0: il BIM

  • Pianificazione della manutenzione già dalla fase di progettazione del bene
  • Applicazione della norma UNI 11454 (la manutenzione nel progetto di un bene fisico)
  • Piano di manutenzione e programmazione dei lavori e la norma UNI 11257
  • La gestione delle informazioni nei servizi di Facility Management in ambiente BIM
  • Il BIM per la manutenzione integrata e la sicurezza

Irene Caffaratti, architetto, libero professionista
Barbara Salomone, architetto, libero professionista

 

Mercoledì 19 dicembre 2018, ore 13.30-17.30
Pianificazione e gestione dei costi di manutenzione e rivalorizzazione degli asset

  • Concetti di manutenibilità, ambiente e sostenibilità
  • Principi generali della pianificazione della manutenzione
  • Scomposizione dell’asset: effetti e criticità del degrado e possibili azioni correttive
  • Cenni sul Piano Controllo Qualità (PCQ)

Irene Caffaratti, architetto, libero professionista, esperto gestione facility
Antonio Curlante, geometra, libero professionista, responsabile gestione immobili e facility

Quota di iscrizione

Iscritti OAT: € 220,00 + iva = € 268,40
Altri partecipanti: € 260,00 + iva = € 317,20

Le aziende e gli enti che iscrivono allo stesso corso più di 3 dipendenti possono usufruire di uno sconto del 10% sul costo imponibile della quota. Per gruppi con più di 5 dipendenti lo sconto è del 20%. Per informazioni scrivici via mail.

Scadenza iscrizioni: il termine dell’08/11/18 è prorogato al 25/11/18.

Modalità di iscrizione

Procedura on-line con pagamento a mezzo carta di credito o bonifico bancario in via differita.
Accesso dal bottone “iscriviti”.

Le Pubbliche Amministrazioni, se esenti iva, potranno procedere al pagamento dell’importo al netto iva a mezzo bonifico; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, all’atto di iscrizione scegliere comunque la modalità pagamento “a mezzo bonifico”. La procedura inoltrerà via email un documento contenente le istruzioni per inoltrare la copia del bonifico. In sostituzione di tale documento allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’ente.

Riconoscimento

Attestato per frequenza minima obbligatoria dell’80% del monte ore complessivo. 16 CFP per gli architetti.

Durata e sede

16 ore
Sede Ordine Architetti Torino
via Giovanni Giolitti 1, Torino

Accessibilità

Aperto a tutti. CFP solo per architetti

Attivazione/Rinunce

In caso di mancata attivazione del seminario o in seguito a rinuncia comunicata via mail entro la scadenza originaria del seminario, la quota versata verrà rimborsata.

Referenza scientifica

Irene Caffaratti, architetto, libero professionista