Costruire le Alpi. Esperienze e approcci progettuali per l’architettura di montagna

Codice corso

1844

CFP

12

Dove

Sede Ordine Architetti Torino, via Giolitti 1, Torino

Scadenza iscrizioni

29/09/17

Corso non attivato

Il corso prevede un percorso attraverso le architetture costruite in quota, per leggere e interpretare i diversi contesti e i differenti approcci progettuali nei territori alpini. Dalla costruzione del mito delle Alpi alle sperimentazioni del moderno, fino ad arrivare alle più recenti esperienze contemporanee, l’opera degli architetti tenta di cogliere l’essenza e lo spirito delle montagne che immobili e impassibili fanno da sfondo alle nostre ossessioni.
Nel corso si alterneranno comunicazioni teoriche relative ai temi dell’architettura moderna e contemporanea e più in generale della trasformazione del paesaggio alpino, con incontri con architetti che nella loro più recente esperienza hanno avuto occasione di sviluppare progetti e di costruire architetture in alta quota.
Particolare attenzione sarà dedicata alla lettura delle differenti realtà territoriali dell’arco alpino e alle relative dinamiche e modalità di intervento, mettendo in questo modo a confronto luoghi con caratteristiche molto simili, ma che presentano sottili differenze capaci di condizionare i linguaggi dell’architettura.

Programma

Venerdì 20 ottobre 2017, ore 9.30 – 18.30
ore 9.30-11.30
Alberto Winterle, architetto – direttore di Turrisbabel, presidente ass. Architetti Arco Alpino
Introduzione al corso_ Esperienze progettuali contemporanee nei territori italiani dell’arco alpino.

ore 11.30-13.30
Antonio de Rossi, architetto – docente Politecnico di Torino
La costruzione del territorio alpino nella modernità: paesaggi, infrastrutture, architetture.

ore 14.30-16.30
Sebastiano Brandolini, architetto – docente ETH Zurigo
Contesti e temi progettuali: esiste un’architettura alpina?

ore 16.30-18.30
Enrico Saramellini, architetto – ES architetti Sondrio, docente a contratto Politecnico Milano
Costruire in montagna_ Tra paesaggio e misura: casa FD, wardrobe in the landscape e altre architetture (SO)

Sabato 21 ottobre 2017, ore 9.30 – 13.30
ore 9.30-11.30
Luciano Bolzoni, architetto – direttore di Alpes
Contemporaneamente moderno: miti e frammenti dell’architettura alpina del ‘900 (prima e dopo Carlo Mollino).

ore 11.30-13.30
Matteo Scagnol, architetto – MoDusArchitects Bressanone, docenti Princeton University
Costruire in montagna_ Rifugio Ponte di Ghiaccio (BZ), Rifugio Città di Vigevano (VC), casa atelier Kostner e maso Landman (BZ)

 

Quota di iscrizione

Iscritti OAT e Amici Fondazione (scopri chi sono): € 180,00 + IVA = € 219,60
Altri partecipanti: € 215,00 + IVA = € 262,30

SCADENZA ISCRIZIONI: 29/09/17

Modalità di iscrizione

Procedura on-line con pagamento a mezzo carta di credito o bonifico bancario in via differita.
Accesso dal bottone “iscriviti”.

Le Pubbliche Amministrazioni, se esenti IVA, potranno procedere al pagamento dell’importo al netto IVA a mezzo bonifico; nel caso in cui non fosse possibile effettuare il pagamento anticipato, all’atto di iscrizione scegliere comunque la modalità pagamento “a mezzo bonifico”. La procedura inoltrerà via email un documento contenente le istruzioni per inoltrare la copia del bonifico. In sostituzione di tale documento allegare all’iscrizione la determina/autorizzazione di impegno di spesa da parte dell’ente.

Riconoscimento

Attestato per frequenza minima obbligatoria del 80% del monte ore complessivo. 12 CFP per gli architetti.

Durata e sede

12 ore
Sede OAT
Via G. Giolitti 1, Torino

Accessibilità

Aperto a tutti. CFP solo per architetti

Referenza scientifica

Alberto Winterle, architetto

Attivazione/Rinunce

In caso di mancata attivazione del corso o in seguito a rinuncia comunicata in forma scritta entro la scadenza originaria del corso, la quota versata verrà rimborsata.